l@s zapatistas no están sol@s.

Infos

Esta es la nueva pagina de europa Zapatista : Contiene noticias y artículos publicados en los sitios web y blogs de los diferentes colectivos europeos solidarios con l@s zapatist@s y con los de abajo y a la izquierda. Permitiendo así colectivizar e intercambiar la información desde nuestros rincones.

Estado de la pagina

Número de artículos:
10  15  20 

 

SOUSCRIPTION CAFE ZAPATISTE 2023

tags : pl-fr, zapatiste,
- Café zapatiste

Contributi pubblici Anno 2022 - 2021 - 2020 - 2019

tags : news, pl-it, progetti,

Associazione Ya Basta CF 92128610281

2022

11 aprile 2.000,00 euro da Comune Padova per progetto "ART IN ACTION - Con Walking Arts da Padova all'Iraq e ritorno"

16 dicembre 1985,50 euro per 5 per mille

2021

5 marzo 3.000,00 euro da Comune Padova per progetto "Incontrare la cooperazione"

29 ottobre 2301,93 euro per 5 per mille

2020

13 marzo 2.500,00 euro da Comune Padova per progetto "Walking Sounds Tour #2"

30 luglio 3.098,81 euro per 5 per mille

6 ottobre 2.294,23 euro per 5 per mille

28 ottobre 480,00 da AICS euro per Progetto "Jasmin Jeunesse Active pour une sociète capable de promovoir l'employabilitè e l'inclusione" coordinato da Overseas Onlus.

2019

10 gennaio 2.500,00 euro da Comune Padova per progetto "Walking Sounds Tour"

29 marzo 19.900,00 euro da Regione del Veneto per Saldo progetto "Grow Up Together - Educazione e diritti a Sulaymaniya"

27 giugno 300,00 euro da Comune Padova per progetto interventi nelle scuole superiori.

1 luglio 2.622,96 euro per 5 per mille

1 luglio 6.000,00 euro da Ministero Affari Esteri per progetto "Disegnare il futuro".

16 luglio 300,00 euro da Comune Padova per progetto interventi nelle scuole superiori.

Da AICS euro 11.329,70 per Progetto "Dimmi - Di storie migranti", coordinato da Un ponte per.

Da AICS euro 7.440,00 per Progetto "Jasmin Jeunesse Active pour une sociète capable de promovoir l'employabilitè e l'inclusio" coordinato da Overseas Onlus.

La pubblicazione dei dati è prevista dalla Legge 124 del 4 agosto 2017 (art. 1 commi 125-129)

29 Aniversario del EZLN: Una nueva generación de autoridades autónomas ha comenzado su trabajo

En el 29 aniversario de lucha del alzamiento zapatista, mujeres y hombres, con el gran aporte de los jóvenes, son nombrados nuevos integrantes de las Juntas de Buen Gobierno (JBG) del EZLN.

En los Caracoles Zapatistas una nueva generación de autoridades autónomas ha comenzado su trabajo, a partir de este 1 de enero de 2023, al recibir el bastón de mando para continuar con el mandar obedeciendo en el cargo de integrantes de las JBG.

En las ceremonias de entrega del cargo, las autoridades salientes compartieron su aprendizaje, su experiencia y lo que hará son: hombres y mujeres con conocimiento y reconocimiento del pueblo.

El trabajo de las y los zapatistas en la autonomía y la defensa del territorio abona a la lucha por la paz en México.

No sin dificultades, las y los zapatistas continúan su apuesta por la organización civil ante la embestida neoliberal a nivel nacional e internacional que afecta la tierra y territorio.

"Storytelling Live dall'Iraq - Artisti padovani con Walking Arts NGO".

StoryTelling Live dall'Iraq è stata una scomessa: costruire un'iniziativa per raccontare non tanto quello che diversi artisti e esperti padovani hanno "lasciato" in Iraq, ma invece quanto si sono portati a casa dall'Iraq.

La relazione tra Padova e l'Iraq è iniziata diversi anni fa, un pò per caso, un pò perchè a volte succedono incontri che se se qualcuno li coltiva generano scenari inimmaginabili.

Correva il 2016 quando Saman e Hanna due giovani iracheni sono approdati nella nostra città per raccontare l'esperienza dei Centri giovanili, organizzati da Un ponte per in diverse località e campi profughi del Kurdistan Iracheno.
Da allora grazie al Maestro Luca Chiavinato, al fumettista Claudio Calia e tanti altri, come i giovani di Officina 31021 di Mogliano Veneto, si sono creati intrecci inediti attraverso i linguaggi dell'arte, potenziati dallo sviluppo di Walking Arts - Art, Culture &Heritage NGO, associazione formata da giovani musicisti ed artisti delle diverse comunità, luoghi e storie del puzzle iracheno e dall'Ensemble Mshakht.

A giugno 2022 diversi artisti padovani hanno partecipato a Art Trip Festival, prima edizione del Festival delle arti indipendenti, che si è svolta a Sulaymanhya nel Kurdistan Iracheno. Nel festival per 5 giorni si sono alternate esibizioni, worshop, laboratori in una Babele di lingue, curdo, arabo, inglese, aramaico e di arti, dalla musica al teatro, ai fumetti.

Nella serata del 30 novembre 2022 svolta presso Stria in Piazza Gasparotto, si è cercato di andare al di là del racconto di un progetto specifico di cooperazione per cercare di cambiare punto di vista.

Certo molto è stato portato da Padova in Iraq, saperi, sostegno, conoscenze, come hanno raccontato gli ospiti della serata, ma che cosa ognuno di loro a riportato indietro?

La serata si è aperta con la proiezione di alcuni frames tratti dal "Art Trip Festival 2022 -Iraq" curato da Valeria Fabris.

Cinque giorni a Sulaymanhya nel Kurdistan Iracheno di esibizioni, workshop e momenti in comune che hanno visto la partecipazione di giovani da tutto l'Iraq e una delegazione di artisti padovani.

Una forte condivisione per rafforzare il protagonismo giovanile nell'uso dei linguaggi artistici.

VALERIA FABRIS
Regista autrice del docufilm Mshakht A Journey

Mi ha colpito che ci siano così tante donne che lottano per potersi esprimere. Attraverso le interviste si è costruito un rapporto diciamo intimo, un'empatia reale e mi ha colpito quanto sia difficile essere donna in Iraq, quanto coraggio ci vuole per partecipare.

Ho portato a casa la consapevolezza delle possibilità che abbiamo qui, che non do più per scontatate.

FRANCESCO FABIANO
Esperto in tecniche audio, ha collaborato ai due CD musicali, uno del 2017 l'altro del 2022, dell'Ensemble Mshakht

Ho rivissuto le mie prime esperienze come musicista e poi tecnico audio negli ambienti indipendenti ma in Iraq ci sono molte più difficolta ovviamente.

Dare una mano ad una realtà in cui la necessità della libertà d'espressione è prioritaria mi ha ridato lo stimolo a fare il mio lavoro di fonico.

SERGIO MARCHESINI
Musicista, esperto in colonne sonore, che ha collaborato insieme a New Landscapes Quartet alla realizzazione dei CD musicali.

Facendo il workshop in colonne sonore ho trovato ragazzi preparati che colgono come il cinema, i video siano un settore nuovo in cui c'è molto spazio.
Suonare è un modo di stare insieme e il livello di cultura musicale comune e generalizzato tra i giovani e potente.

Noi qui abbiamo avuto molte cose in cambio, sicurezza e benessere, ma abbiamo perso il potere della musica, che in Iraq ha un assetto ancora libero dal peso economico/commerciale e appartiene alla comunità, fa parte dell'identità di ognuno.

CHIARA PATRONELLA
Musico terapeuta e cantautrice sta curando il percorso di formazione in musicoterapia in Iraq.

Abbiamo fatto un percorso comune per creare un team di persone che siano portatori di musica in contesti difficile, come i campi profughi con i bambini e il carcere con minori.
Forte è stata l'esperienza di songwriter in carcere tra ragazze e ragazzi iracheni di varie etnie e minori accusati di essere dell'Isis come insieme di tecniche espressive per raccontare le propria storie.

Abbiamo deciso di suonare insieme e ne è nata una canzone che parla di libertà in assiro, turkmeno, curdo, arabo e dialetto pugliese. Un pezzo che racchiude insieme una serie di persone.
Iraq per me è “casa”.

DEVISRI NAMBIAR
Operatrice sociale ha partecipato in particolare al percoso di musicoterapia in carcere.

L'Iraq mi è parsa una società in cui ci sono spazi per pensare nuove interazioni.
In quello che abbiamo fatto nel carcere di Erbil tutti si sono messi in gioco, anche se, come da noi, alla fine il carcere, che dovrebbe essere una struttura di recupero, appare nella sua struttura fortemente gerarchica.

Quello che ho visto in Iraq è stato forte, ho trovato un gruppo molto vasto di iracheni, curdi, siriani, di diverse comunità che si stimano e hanno voglia di fare cose insieme.

CLAUDIO CALIA
Fumettista, fin dall'inizio dalla pubblicazione di Kurdistan Dispacci dal fronte iracheno, ha curato e promosso lo sviluppo della scena comics in Iraq e promosso con Oblò APS i fumetti iracheni in Italia, pubblicando L'ultima donna di Shirwan Can, che è stato ospite a Padova.

Tanta strada è stata fatta dal 2016/2017, quando ho iniziato a fare dei laboratori di animazione sociale con il linguaggio dei fumetti e a conoscere alcuni giovani che volevano cimentarsi nei comics.
Molte ragazze usano i fumetti per parlare della loro situazione e di come cambiarla, in un contesto in cui esprimersi non è certo facile.
Anche se in arabo e curdo non esiste una parola specifica per dire fumetti, ora “graphic novel” è la definizione che gli iracheni hanno riconosciuto come quella che serve a loro per agire il fumetto.

Esistono cose a cui non puoi dare un nome e il fumetto è bello per quello.
A casa mi sono portato tanti fumetti, che prima non c'erano. Dall'inizio ad ora la mia percezione è cambiata: da un luogo distante ora ho amici, rapporti affettivi che continuano e continueranno nella mia vita.

LUCA CHIAVINATO
Direttore artistico di Walking Arts, Art, Culture & Heritage, Maestro e musicista, è l'anima dell'intero percorso artistico in Iraq e a livello internazionale. E' Direttore dei programmi in Italia di Musician for Human Rights, ha promosso la nascita a Padova di Walking Arts APS.

Sono state fatte tantissime iniziative, dai workshop ai concerti, dal lontano 2016, dai primi laboratori nei container.
Ultima tappa è Bassora, nel sud dell'Iraq, in una situazione difficile dove opera una realtà di una sessantina di ragazzi che si è sviluppata a partire da membri dell'Ensemble Mshakht, realtà musicale dentro Walking Arts NGO. Li stiamo appoggiando, con il supporto di Terres des hommes, a realizzare il loro sogno: aprire una Accademia delle arti. Ora hanno uno spazio e il 1 dicembre 2022 hanno iniziato i corsi gratuiti di musica, teatro e danza.
Oggi il nucleo di Walking Arts NGO è stabile, abbiamo gruppi in molte realtà, siamo uno spazio aperto che vive come comunità artistica in tutto il paese. Sono tanti i percorsi per il nuovo anno: continuare la formazione in musicoterapia e didattica musicale speciale, in modo che i ragazzi possano affiancare terapeuti professionisti, rafforzare le professionalità nei diversi linguagi artistici, realizzare la terza tournèe in Italia di Mshakht e la seconda edizione di Art Trip festival in Iraq.

Dare un ruolo ai linguaggi artistici culturali che ci sono in Iraq.
Dare una casa a quelle realtà informali che esistono in modo che possano svilupparsi-
Questo è quello che facciamo e vogliamo continuare con Walking Arts NGO.

Di seguito il video integrale dell'intera serata.

Iniziativa con il contributo del Comune di Padova – Assessorato alla Pace, Diritti Umani e Cooperazione Internazionale

All'interno dell'obiettivo 16 Pace, giustizia e istituzioni forti dell'Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile.

Organizzata da Associazione Ya Basta Caminantes ODV

Partner:
Walking Arts NGO – Art, Culture & Heritage con sede a Duhok in Iraq con cui sono stati realizzati i contenuti che verranno socializzati.
Walking Arts APS, associazione creata da artisti padovani iscritta che ha coordinato le attività tra Padova e l'Iraq
Oblò APS, associazione per la promozione del linguaggio dei fumetti


Raccolta completa articoli sull'Iraq

Art Trip Festival è stato realizzato all'interno dei progetti:
Walking Camp - Festival delle Arti Indipendenti in Iraq sostenuto con i fondi Otto per mille Chiesa Valdese
Here Now Toghether - Social Art in Iraq con il contributo FAI
Con il supporto di CCFD-Terre solidaire

MARCHÉ SOLIDAIRE DU CICP

tags : pl-fr,

MARCHÉ SOLIDAIRE DU CICP

19 novembre 2022 - de 12h à 18h au Centre international de culture populaire - CICP, 21TER Rue Voltaire, Paris 11e

Pour les fêtes de fin d'année, pour continuer le Voyage pour la vie zapatiste et afin de soutenir les associations de solidarité avec les peuples autochtones du Mexique, des Amériques et d'ailleurs, venez nous retrouver sur nos stands au Marché solidaire du CICP (café zapatiste, affiches, T­shirts, livres, artisanat...)

EXPOSITIONS D'AFFICHES DE GRAN OM (artiste engagé mexicain)

+ PRÉSENTATION ET VENTE DU JEU DE PLATEAU : "AUTONOMIE ZAPATISTE"

Samedi 19 novembre 2022 ­ de 12h à 18h
CICP ­ 21TER Rue Voltaire, Paris 11e ­ Métro : Rue des Boulets (L9) / RER : Nation

Organisé dans le cadre du Festival des solidarités
ÉCHANGES SOLIDAIRES ­ - CSPCL (www.cspcl.ouvaton.org) - CSIA-Nitassinan ­ (www.csia­nitassinan.org)

SAMEDI 19 NOVEMBRE - SOIRÉE
MEXIQUE - Rencontre avec la Défenseure des droits Humains et de l'Eau Marcelina Barranco López, membre du Front des peuples pour la défense de la terre et del'eau - Morelos, Puebla et Tlaxcala au Mexique en lutte contre la société Danone Bonafont (FPDTA – MPT)

Samedi 19 nov. 2022 – 19h45 - CICP

co-organisé par PBI, CCFD, FIDH, avec le soutien d'ATTAC, du CSIA-Nitassinan et du CSPCL / Échanges solidaires – [Grande salle Al-Feneiq]

Marcelina Barrancon, membre du Frente de Pueblos en Defensa de la Tierra y el Agua - Morelos, Puebla et Tlaxcala - dénonce en Europe les actions des entreprises européennes telles que Bonafont (Danone) et Saint Gobain au Mexique. La résistance des peuples autochtones à ces mégaprojets économiques comporte des risques élevés tels que la criminalisation, les poursuites judiciaires et même le meurtre des défenseurs. Avec le cri #OurFightIsForLife, les communautés cherchent à exercer leur droit à l'autodétermination.

Soirée de solidarité avec les résistances libertaires au Mexique

tags : mexique, pl-fr,

- Agenda

Storytelling live sull'Iraq - Artisti padovani con Walking Art

Mercoledì 30 novembre 2022 alle ore 18.30 presso Spazio Stria Piazza Gasparotto a Padova

Esperienze di condivisione attraverso i linguaggi artistici oltre ogni confine.

Storytelling live sull'Iraq - Artisti padovani con Walking Art

Luca Chiavinato, musicista
Claudio Calia, fumettista
Sergio Marchesini, musicista
Chiara Patronella, cantautrice
Francesco Fabiano, esperto audio
Valeria Fabris, regista
Devisri Nambiar, operatrice sociale
raccontano attraverso suoni, immagini ed illustrazioni la prima edizione di Walking Camp Art Trip Festival, primo Festival delle Art Indipendenti in Iraq, l'intensa esperienza di musicoterapia nel carcere di Erbil e nei campi profughi.

Iniziativa con il contributo del Comune di Padova – Assessorato alla Pace, Diritti Umani e Cooperazione Internazionale

All'interno dell'obiettivo 16 Pace, giustizia e istituzioni forti dell'Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile.

Organizzata da Associazione Ya Basta Caminantes ODV

Partner:
Walking Arts NGO – Art, Culture & Heritage con sede a Duhok in Iraq con cui sono stati realizzati i contenuti che verranno socializzati.
Walking Arts APS, associazione creata da artisti padovani iscritta che ha coordinato le attività tra Padova e l'Iraq
Oblò APS, associazione per la promozione del linguaggio dei fumetti

L'iniziativa sarà trasmessa on line e resa disponibile nei social network.

Cosa lega Padova all'Iraq?

Nel corso del 2022 si è rafforzato ed ampliato il rapporto tra la città di Padova e l'Iraq grazie al protagonismo diretto di numerosi artisti ed artiste della nostra città nella collaborazione con Walking Arts NGO, associazione nata in Iraq.

Una relazione iniziata diversi anni fa che nei due anni segnati dall'emergenza sanitaria del Covid 19 si era mantenuta pur tra molte difficoltà. Finalmente nel 2022 si è potuto ricominciare ad incontrarsi dal vivo e non solo on line.

Nel giugno 2022 con la presenza di una delegazione di artisti padovani si è svolto a Sulaymanhya la prima edizione di Walking Camp Art Trip Festival, primo Festival delle Art Indipendenti in Iraq.

Una settantina di artisti iracheni, organizzati in dieci delegazioni locali da Baghdad, Tikrit, Piana di Ninive, Erbil, Duhok, Sulaimanhya. Kirkuc, Najaf, Halabja, Bassora hanno progettato e realizzato assieme ai padovani Sergio Marchesini, musicista curatore di colonne sonore, Chiara Patronella, cantautrice, Claudio Calia, fumettista, Francesco Fabiano, esperto audio, Valeria Fabris, regista, coordinati dal Maestro Luca Chiavinato, Direttore dei programmi internazionali di Walking Arts NGO e Musician for Human Rights, questa inedita occasione di incontro e scambio.

La collaborazione non si è esaurita nell'evento del Festival ma in tutto il 2022 si sono svolte attività, che hanno rappresentato un'occasione per gli artisti padovani di condividere le proprie conoscenze con i giovani artisti iracheni, creando un flusso in cui tutti hanno potuto arricchirsi.

Una sorte di sovvertimento della normale relazione tra formatore e beneficiario a favore di una esperienza reciproca di condivisione e crescita.

Particolarmente intensa in questo percorso è stata l'esperienza di lavoro comune nelle carceri irachene, basata sulla musicoterapia e lo sviluppo della scena comics.

Perchè lo Storytelling live?

Si è scelto di partire nella creazione della serata dagli elementi base della progettazione collegata alla tecnica dello storytelling. Brevemente si può dire che lo storytelling si caratterizza per la ricerca di comunicare una vicenda, una storia a partire dalla propria esperienza per cercare di far breccia nell'emotività, attraverso contenuti coinvolgenti, capaci con poche parole di trasferire molti concetti, di muoversi ad un ritmo adeguato alle modalità narrative che possano costruire una storia che genera “un mondo”.

Nella serata la voce narrante non è singola ma collettiva.
A voler raccontare la forza della relazione tra la comunità di Padova e l'Iraq non è un singolo personaggio ma diversi artisti che utilizzeranno i loro linguaggi espressivi.
Una sfida nella sfida.

Usare i linguaggi dell'arte per valorizzare le potenzialità dell'arte nel campo dei diritti umani e della cooperazione.

Attraverso la narrazione multimediale con contributi video, esibizioni musicali live, illustrazioni a fumetti saranno trattati diversi temi come il protagonismo dei giovani artisti iracheni nell'ampliamento di spazi di libertà e diritti, il ruolo delle donne, le esperienze di utilizzo dei linguaggi artistici in contesti difficili come il carcere.

Cosa si vuole raccontare?

La serata vuole contribuire a diffondere la cultura dei diritti umani valorizzando l'esperienza di utilizzo dei linguaggi artistici in contesti difficile e complessi come quello dell'Iraq ma anche a casa nostra.

Far conoscere l'esperienza delle artiste ed artisti iracheni permette di riflettere su come la definizione di difensori dei diritti umani non possa essere limitata ad alcune figure professionali, particolamente sotto attacco come giornalisti, avvocati, ambientalisti etc … ma anche a donne e uomini che in innumerevoli e diverse attività difendono i diritti e si battono per il loro allargamento.

Da questo punto di vista l'esperienza di Walking Arts NGO, le molteplici attività che si svolgono in Iraq, dalla gestione del Coworking Artistico a Duhok all'animazione attraverso la musicoterapia con i minori rifugiati, sfollati, con i detenuti, gli anziani, le donne sono un costante lavoro di difesa dei diritti. Un operato che porta a rischiare censure, possibilità di repressione in una società in cui le libertà e i diritti sono calpestate, come attestato da innumerevoli rapporti di organizzazioni nazionali ed internazionali.

La relazione artistica tra Padova e l'Iraq dimostra che la cooperazione non può essere delegata ad “esperti del settore” ma invece può essere agita da ognuno a partire dalle proprie attitudini e specificità, rappresenta un contributo alla crescita collettiva delle fome della cittadinanza attiva.

In un momento storico come quello che viviamo, attraversato da drammatici contesti di guerra, da crisi generali globali l'importanza di considerare la cooperazione una componente essenziale della vita di una comunità locale rappresenta una risposta positiva alla tensioni di chiusura ed egoismo sociale che attraversano ogni dove.

La serata si svolge presso Spazio Stria in Piazza Gasparotto a Padova, una realtà impegnata nei percorsi di rigenerazione urbana dell'intera zona.

Per informazioni sulla serata
Associazione Ya Basta Caminantes NGO
padova@yabasta.it

Walking Camp - Festival delle Arti Indipendenti in Iraq

Nella complessa situazione dell'Iraq il protagonismo dei giovani alla vita sociale rappresenta un contributo essenziale alla costruzione di una società basata sui diritti e le libertà.

Il Progetto è volto alla realizzazione della prima edizione di Walking Camp - Festival delle arti indipendenti della durata di cinque giorni.
L'organizzazione del Festival sarà l'occasione per i giovani coinvolti di acquisire le competenze per gestire un evento artistico complesso.
Il Festival, che prevede la partecipazione di giovani da tutto il paese, sarà l'occasione per i partecipanti di migliorare la propria formazione tecnico-artistica insieme ad esperti internazionali.
Le formazioni realizzate durante il Festival riguarderanno: le tecniche di registrazione audio, la produzione di colonne sonore, l'improvvisazione e le tecniche di riprese video di eventi live.
Un momento in cui la crescita individuale e collettiva si interseca con la realizzazione di momenti artistici e culturali pubblici, realizzati in maniera partecipata.

Attraverso la realizzazione di Walking Camp – Festival delle arti indipendenti, si intende formare i giovani alla gestione di eventi artistici e all'utilizzo di tecniche multimediali, audio e video per creare innovativi percorsi occupazionali, contribuendo così ad aumentare il protagonismo giovanile.

Al Festival di 5 giorni parteciperanno giovani da tutto l'Iraq. Sarà strutturato in eventi aperti al pubblico e percorsi formativi con esperti internazionali dedicati a tecniche di registrazione audio e video, produzione di colonne sonore e improvvisazione. La sua organizzazione sarà l'occasione per i giovani di formarsi nella gestione di grandi eventi artistici.

Obiettivi
Generale
Promuovere il protagonismo giovanile nella realizzazione di attività generatrici di reddito attraverso l'utilizzo dei linguaggi artistici.
Specifico
Formare i giovani alla gestione di eventi artistici e all'utilizzo di tecniche multimediali, audio e video, per creare innovativi percorsi occupazionali, attraverso la realizzazione di Walking Camp – Festival delle arti indipendenti.

Durata progetto gennaio - novembre 2022

Il progetto è in continuità con Artistic Works - Per lo sviluppo di occupazioni con i linguaggi dell'arte in Iraq ed agisce in sinergia con i percorsi attivati da Associazione Ya Basta Caminantes ODV in collaborazione con Walking Arts NGO - Art, Culture & Heritage

Journée internationale de solidarité avec les peuples autochtones des Amériques du CSIA - 16 octobre 2022 - Salle Jean Dame

tags : pl-fr,

42e édition de la Journée internationale de solidarité avec les peuples autochtones des Amériques - 16 OCTOBRE 2022

Peuples autochtones des Amériques - Résistances pour sauver le climat, l'eau, la Terre Mère et la vie.

Conférences / Projections / Débats en présence de de délégué.e.s autochtones :

- Clarisse Taulewali Da Silva (Kali'na de Guyane "française")
- Taneyulime Ludwina Pilisi (Kali'na de Guyane "française")
- Kathy Peltier (Diné Navajo / Sioux Dakota / Anishinaabe des États-Unis)
- Jean Roach (Sioux Miniconjou Lakota des États-Unis)
- Lona Knight (Sioux Miniconjou Lakota des États-Unis)
- Carol Gokee (Anishinaabe des États-Unis)
- Mitch Walking Elk (Southern Cheyenne et Arapaho des États-Unis)
- Trayenko Gñen Lif Paillalef Painemal (Mapuche de Wallmapu / Chili)
- Kuanene Daniel Wea (Kanak, de Kanaky - Nouvelle Calédonie)
- Steve Chailloux, Tematai Le Gayic et Moetai Brotherson (Māʻohi de Polynésie)

...ainsi que Nigel Crawhall, coordinateur de LINKS - Systèmes de savoirs locaux et autochtones de UNESCO.

Dimanche 16 octobre 2022 - de 15h à 18h,

à la salle Jean Dame, 17 Rue Léopold Bellan, Paris 2e

Entrée prix libre

Programme complet

Événement Facebook

Txiapasera brigadista gisa joateko formakuntza tailerra antolatuko dugu,taller para brigadistas el 22 de octubre en Errekaleor(Gasteiz)

tags : brigadistas, pl-es,

Kaixo! Txiapasera brigadista gisa joateko formakuntza tailerra antolatuko dugu. Borroka zapatistaren historia eta brigadetan egiten den Giza Eskubideen Begirale funtzioa azaltzea da tailerraren helburua. Formakuntza eguna urriaren 22an izango da Errekaleorren, Gasteizen. Tailerra jasotzen dutenei, urteko edozein garaitan brigada bat egitea ahalbidetzen duen agiri bat ematen zaie. Interesik baduzu jar zaitez gurekin kontaktuan txiapas@nodo50.org helbide elektronikoan. ______

Kaixo! Txiapasera brigadista gisa joateko formakuntza tailerra antolatuko dugu. Borroka zapatistaren historia eta brigadetan egiten den Giza Eskubideen Begirale funtzioa azaltzea da tailerraren helburua.
Formakuntza eguna urriaren 22an izango da Errekaleorren, Gasteizen.

Tailerra jasotzen dutenei, urteko edozein garaitan brigada bat egitea ahalbidetzen duen agiri bat ematen zaie.

Interesik baduzu jar zaitez gurekin kontaktuan txiapas@nodo50.org helbide elektronikoan.


Kaixo! Os invitamos a participar en el taller para brigadistas que hemos organizado. El objetivo de este taller es proporcionar una formación básica sobre la lucha zapatista y la función de las brigadistas como Observadoras de Derechos humanos en Chiapas.

El taller se realizará el 22 de octubre en Errekaleor, Gasteiz.

Este taller se acredita con un aval que da la posibilidad de participar en una brigada en cualquier momento del año. Para información e inscripciones:  txiapas@nodo50.org

Kaixo! Os invitamos a participar en el taller para brigadistas que hemos organizado. El objetivo de este taller es proporcionar una formación básica sobre la lucha zapatista y la función de las brigadistas como Observadoras de Derechos humanos en Chiapas. El taller se realizará el 22 de octubre en Errekaleor, Gasteiz. Este taller se acredita con un aval que da la posibilidad de participar en una brigada en cualquier momento del año. Para información e inscripciones:  txiapas@nodo50.org